Umidità, condense e muffe sulle pareti e sui solai degli edifici
Indagini e verifiche specialistiche - Calcoli e verifiche - Perizie tecniche approfondite
Studio tecnico Ing. Mauro Gattone
Home Presentazione servizio Termografia infrarosso Umidità, muffe e condense INDAGINI e PERIZIA TECNICA Rivestimenti a cappotto Tel Fax Email
 Umidità, muffe e condense
Umidità, muffe e condense
      

Umidità, condense e muffe nelle murature e nei solai degli edifici  

La realizzazione di una costruzione utilizzando materiali scadenti o priva di un isolamento adeguato può provocare la formazione di condense, umidità e muffe nelle abitazioni e nelle costruzioni.  

In questi casi, le condizioni di salubrità ed igienicità dei locali risulteranno precarie e le strutture si deterioreranno





Mediante le ns INDAGINI siamo in grado di: 
  • individuare la presenza di DISPERSIONI termiche dalle murature, dai solai e dalle coperture che provocano o  possono causare la formazione di condense, umidità e muffe; 
  • realizzare immagini termografiche delle dispersioni termiche; 
  • accertare le RAGIONI che provocano la presenza delle condense, dell'umidità e delle muffe; 
  • redigere una PERIZIA TECNICA specialisitica inerente all'indagine effettuata e alle cause che provocano o possono causare la presenza di condense, umidità e muffe; indicare i RIMEDI necessari.
    .   

      

La perizia, a firma di professionista abilitato iscritto all'ordine degli ingegneri, potrà essere utilizzata, nel caso di opere non realizzate a regola d'arte, o difformi dal capitolato o non conformi alle normative di legge, anche in sede legale e giudiziaria. 

       

Il codice civile dedica gli articoli dal 1655-1677 agli appalti e, in particolare, sette articoli, dal 1667 al 1673, al problema della "difformità e dei vizi dell'opera". Vi si afferma che l'appaltatore è tenuto a dar garanzia per le difformità e i vizi dell'opera eseguita per un periodo pari a 10 anni dal compimento dell'opera.

anni di garanzia dal parte del costruttore sulle opere eseguite.


La ns 
procedura di intervento viene indicata, nel dettaglio, nel capitolo "INDAGINI e PERIZIA TECNICA".
 


Alcuni esempi di ns diagnosi, interventi,....:



L'immagine è relativa alla parte esterna di un edificio costruito con murature in c
alcestruzzo aerato autoclavato (tipo Gasbeton).
La presenza di un ponte termico presso il cordolo del solaio mal isolato (colorazione rossa) ha provocato la formazione di condense all'interno dell'edificio.

 
Ponte termico (colorazione blu) presso il solaio della cantina di un'abitazione.
La mancanza di isolamento del solaio della cantina provoca valori delle temperature della muratura tali da favorire la formazione di muffe e di condense.

 
 
Le indagini termografiche sono utili per accertare la presenza di dispersioni termiche anomale che possono provocare valori delle temperature delle murature inferiori al valore della temperatura di rugiada e quindi favorire la formazione di condense e muffe per effetto della condensazione del vapore acqueo presente nell'aria in acqua.
La colorazione blu, nelle immagini termografiche sopra a sinistra, è indicativa circa la presenza di zone fredde della murature e del solaio, sulle quali si sono formate le muffe.

Nell'esempio seguente una parete di un edificio condominiale è stata isolata con un sistema a cappotto interrotto prima di una fioriera. 
La presenza di un solaio non coibentato al piano delle cantine e il ponte termico provocato dall'interruzione del sistema di isolamento a cappotto della muratura esterna hanno provocato la formazione di temperature delle superfici dei locali di un'abitazione inferiori alla temperatura di rugiada e la formazione di muffe e di condense in una abitazione al piano terra.
 
Muratura dell'edificio condominiale coibentata con sistema a cappotto interrotto prima di una fioriera..
 
Ponte termico (colorazione rossa nell'immagine termografica a destra) in corrispondenza della parte non coibentata della muratura, presso la fioriera.
 
Ponti termici (colorazione rossa) esistenti nel solaio sottostante a un'abitazione del piano terra del condominio.
Sono chiaramente individuabili le posizioni dei travetti e di una trave di cordolo del solaio che provocano dispersioni termiche anomale dalla soprastante abitazione.

 
 
Condense e muffe nell'abitazione al piano terra, la cui muratura è stata isolata all'esterno con sistema a cappotto.
 
Analisi delle murature con scanner delle temperature, alla ricerca di temperature inferiori alla temperatura di rugiada..
 
Analisi termografica della parete di un locale dell'abitazione.
Le dispersioni termiche anomale che provocano la formazione delle muffe e delle condense sulle pareti sono individuate, nell'immagine termografica a destra, con la colorazione azzurra - blu.

 
Dispersione anomala di calore (colorazione blu) dal cordolo in cemento armato del solaio di sotto tetto di una abitazione.
La mancanza di un idoneo isolamento ha provocato la formazione di condense sulla muratura e parte del solaio.

 
La presenza di un marciapiede immorsato nel solaio interno dell'abitazione e senza alcun taglio termico provoca dispersioni anomale di calore (colorazione rossa) e la formazione di condense sulla muratura dei locali dell'abitazione.
Il marciapiede si comporta, dal punto di vista energetico, come un'aletta di raffredamento dell'abitazione.

 
 

La risalita capillare dell'acqua (colorazione blu) dalle fondazioni ha provocato la formazione di condense e muffe sulle murature di un locale interrato destinato a taverna.

 
 
 

La mancanza di un adeguato isolamento, le temperatura delle murature e dei solai inferiori alla temperatura di rugiada, la verifica di Glaser positiva alla formazione di condense hanno rovinato le murature e i solai di una villetta di nuova edificazione.

 
il difetto di una impermeabilizzazione ha causato la presenza di una zona umida nella parete soggetta a condense.

  
 
 
I ponti termici, ovvero le dispersioni anomale di calore provocati dalla presenza di un pilastro e di un cordolo in cemento armato non isolati, sono la causa che hanno provocato la formazione di muffe e condense in un locale di una abitazione.


Umidità e condense presenti sulle murature perimetrali di locali di abitazioni, provocate da dispersioni di calore verso l'esterno (ponti termici), individuate mediante indagini termografiche.  Le dispersioni termiche di calore sono dovute, nell'immagine a sinistra, alla presenza di murature non adeguatamente isolate e, in quella di destra, alla presenza di un pilastro in cemento armato non correttamente isolato

 

 
 

Le immagini precedenti sono relative all'individuazione di un'infiltrazione di acqua piovana che ha provocato la comparsa di muffe sulle pareti di un edificio.

 
Presenza di muffa sulla muratura di un soggiorno di una abitazione, provocata da dispersioni di calore verso l'esterno (ponti termici), individuate mediante indagini termografiche. 
Le dispersioni termiche di calore sono dovute alla presenza di murature non adeguatamente isolate. 

 
L'origine della muffa è stata individuata nella presenza di una perdita di acqua dalle condutture in pressione dell'acqua potabile.

 
 
Un difetto dell'isolamento della muratura ha provocato la formazione di muffe sul paramento interno della muratura.

 
Infiltrazioni di acqua piovana in un cavedio di un edificio hanno provocato la formazione di muffe e depositi.

 
Immagine fotografica e termografica di una muffa provocata dalla presenza di una muratura perimetrale esterna e di un solaio non isolati opportunamente
L'analisi delle temperature registrate con la termografia ha consentito di accertare la presenza di un solaio e di una muratura freddi.

 
 
L'umidità di risalita ha provocato la formazioni di muffe nei locali di una abitazione.
Le condizioni igienico sanitarie dei locali sono inadeguate e vietate dalle norme vigenti.

 
 
L'esame dell'immagine termografica del solaio di un locale di una abitazione ha permesso di verificare la presenza di dispersioni termiche che hanno provocato la formazione di condense e macchie di umidità.          
Il difetto costruttivo è stato riscontrato nella mancanza di un adeguato isolamento del solaio

         
Le immagini termografiche permettono di accertare la presenza di alcune dispersioni di calore dalle murature e dai solai. 
Il cattivo isolamento degli edifici ha provocato la formazione di muffe.  

           
Dispersioni termiche causate dalla muratura del sotto finestra di un edificio non sufficientemente isolata.
A sinistra l'immagine fotografica, a destra quella termografica. 
In questo esempio e nei prossimi, risulta evidente come la termografia permetta di individuare la presenza di difetti nelle costruzioni non visibili ad occhio nudo. 

  
 
  
Una ns indagine termografica ha permesso di rilevare la causa della presenza di muffe e condense presenti in una nuova costruzione: i ponti termici provocano delle diminuzioni di temperatura, in alcune zone delle pareti e dei solai, inferiori al valore della temperatura di rugiada.

 
L'immagine termografica è relativa alla verifica della presenza di ponti termici e dispersioni di calore da un edificio realizzato una cinquantina di anni or sono.  Le dispersioni termiche, provocate da un isolamento inadeguato, hanno causato la presenza di macchie di umidità all'interno dei locali.

  
Un'infiltrazione di acqua è la causa della formazione di unidità su una parete.


Un'indagine termografica ha permesso di accertare la presenza di un ponte termico (ovvero di una dispersione anomala di calore) in un edificio, non individuabile a occhio nudo, causa di macchie di umidità sulle pareti interne. 

 
L'immagine termografica permette di individuare la presenza di dispersioni termiche in corrispondenza dell'ossatura portante di un edificio di recente costruzione.  
I ponti termici provocati dalla presenza delle travi e dei pilastri in cemento armato, causano la formazioni di muffe sulle pareti interne dell'edificio. L'edificio non è stato isolato correttamente. 

 
La fotografia rappresenza la facciata, esposta verso il Nord, di un edificio di recente costruzione. 

Una verifica termografica della costruzione ha consentito di accertare l'esistenza di diversi ponti termici provocati dalla presenza delle solette e dei pilastri in cemento armato, non isolati adeguatamente. 
L'esame delle immagini termografiche permette di individuare la posizione delle strutture in cemento armato e delle dispersioni termiche dall'edificio, non visibili altrimenti ad occhio nudo.

Le dispersioni termiche, provocate dalla struttura portante dell'edificio per un difetto costruttivo di isolamento, hanno provocato la formazione di muffe sulle pareti interne dei locali.  

  
  
L'umidità di risalita è la causa che ha provocato la formazione di muffe nei locali di un ufficio al piano terreno.

  
 

Intervento relativo all'individuazione, con il metodo della ricerca delle perdite di acqua con la tecnologia dei gas traccianti, di micro-perdite di acqua dalle tubazioni dell'impianto di riscaldamento di una villetta a schiera che provocavano muffe e condense presso l'intradosso del sottostante solaio.
 
 
 
 
La presenza di umidità di risalita dell'acqua dalle fondazioni è la causa della formazione di condense sulle murature umide di un ufficio sito al piano terreno di una palazzina.
  
La presenza di travi e pilastri in cemento armato non isolate adeguatamente può provocare la formazione di condense e muffe sulle pareti 
dei locali delle abitazioni.

 Le nostre verifiche termografiche vengono eseguite da operatore di 1° e 2° livello, certificato dalla AJA Registrars Europe S.r.l., secondo le normative UNI EN ISO 9712 e UNI EN 473. Nostro certificato AJA numero: XPERT-NDT/16/2649.  

 E' vietata la riproduzione parziale o totale dei testi e delle immagini contenute nel sito. 
Ogni diritto è riservato.



File Allegati
 Codice Civile art.1667-1673
 
Home
   Ing. Mauro Gattone - PIVA 01533340038 - Privacy - Note legali
Powered by Logos Engineering - Lexun ® - 18/11/2017